Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

Futsal d'acciaio

Foto di Christian Robert Ghita

Risultati Calcetto C2 gir.A | Classifica Calcetto C2 gir.A

FUTSAL SAN SEVERO C5 - Nettuno Molfetta: 6-4

RETI: 3 Papagni (M); 2 Piancone; Guerra; 3 Ghita; Rana (M).

FUTSAL: Scimenes; Guerra, Piancone, Kahoni, Giu. D'Anzeo. A disposizione: Volpe; Mummolo, Naturale, Gia. D'Anzeo, Ghita, Tantimonaco, Delle Vergini. Allenatore: Mariella.

SAN SEVERO - Pronto riscatto della Futsal San Severo che, dopo il pareggio nel derby con il fanalino di coda Drion e conseguente addio ad ogni velleità play off, impone la sconfitta alla vicecapolista Nettuno Molfetta. Baresi, oberati da due pesanti assenze, contrapposti ad una Futsal finalmente a ranghi completi. Coach Mariella ha infatti tutti i suoi effettivi a disposizione, compresi il portiere Scimenes e l'albanese Kahoni, assenti la settimana prima. Proprio Fredy Kahoni è la novità proposta dal coach dauno nel quintetto iniziale al posto del rumeno Ghita.
Come già accadde in occasione del derby sanseverese, l'inizio match della Futsal non è dei migliori, contraddistino da vistosi cali di concentrazione soprattutto in difesa. Nonostante ciò, la prima occasione è di marca granata, con Piancone che conclude dalla sinistra, costringendo l'estremo difensore ospite all'intervento. Il Nettuno capitalizza al primo affondo il maggior possesso di palla. Papagni vince un rimpallo in area e fulmina Scimenes. Subito dopo è il numero nove ospite a liberarsi della marcatura di Guerra e tentare di piazzare la sfera dove Scimenes non può arrivare; la conclusione finisce fuori di poco. Folata della Futsal con Tantimonaco che recupera palla a centrocampo e serve Giu. D'Anzeo. La doppia conclusione dell'attaccante Futsal è in entrambi i casi ribattuta dal portiere. Scimenes si oppone alla grande ad una punizione degli ospiti battuta addirittura da centrocampo, e subito dopo è Piancone ad involarsi sulla sinistra per poi servire a centro area Ghita, anticipato all'ultimo momento da un difensore bianco blu. Il Nettuno continua a premere, trovando il raddoppio con una precisa punizione dal limite di Papagni sulla quale il portiere di casa non può nulla. Ancora Papagni si lancia in un'azione personale, chiamando Scimenes alla grande parata. La Futsal guadagna campo nella seconda parte del tempo. Su una manovra impostata da Tantimonaco, Giu. D'Anzeo pesca Piancone a centro area per il tap in vincente, 1-2. La Futsal ha ora in mano il pallino del gioco, ma è ancora il Nettuno a procurare grattacapi a Scimenes con una nuova azione di contropiede. Subito dopo è lo stesso estremo difensore di casa, migliore in campo dei suoi, a rischiare su un rinvio lunghissimo del portiere del Molfetta. La spizzata di testa del pivot barese sfiora infatti il palo con il portiere in uscita. Tantimonaco ci prova da fuori, sfiorando a sua volta il legno della porta avversaria, mentre su schema da fallo laterale avviato da Kahoni, è Mummolo a concludere di prima, chiamando il portiere molfettese alla grande parata. L'ultima emozione del tempo è comunque di marca ospite, con un tiro ravvicinato che esalta i riflessi di Scimenes.
La ripresa presenta un inizio scoppiettante. Schema su punizione lungo l'asse Lamanuzzi/Rana, concluso al meglio da quest'ultimo (1-3). La Futsal reagisce alla grande, impegnando immediatamente il portiere ospite, ma sul successivo contropiede barese è ancora Scimenes a salvare il risultato. Guerra ci prova da fuori, infilando l'estremo difensore ospite nell'angolino alla sua sinistra, 2-3. La Futsal sale in cattedra e comanda il gioco. Angolo del Molfetta con Scimenes che devia la conclusione ravvicinata sulla traversa. Ghita comincia a macinare gli avversari e, su un'ennesima ripartenza, è il portiere ospite a negargli il goal. Sempre il rumeno calcia il fallo laterale dalla destra che pesca Piancone defilato sulla sinistra. La conclusione rasoterra ad incrociare del numero tre dauno è imprendibile per il portiere. Sempre Piancone s'inventa una splendida azione personale; l'assist sul palo più lontano trova Kahoni a due passi dalla porta sguarnita, ma la conclusione è incredibilmente sbagliata. Ghita decide di fare tutto da solo, cogliendo nel segno. Serpentina del rumeno che supera tre avversari, entra in area è dà inizio alla sua personale festa del goal (4-3). Il Molfetta cerca di invertire l'inerzia del match ormai tutta a favore dei padroni di casa, tuttavia, nel corso della stessa azione, è prima un miracolo di Scimenes e poi un tocco di mano dell'attaccante barese su conseguente ribattuta a sventarne gli sforzi. Papagni ancora una volta chiama Scimenes agli straordinari ed il portiere si esalta sempre più, neutralizzando anche un tiro libero di Lamanuzzi. Fallo laterale per la Futsal. Piancone batte lungo l'out di sinistra, cambiando fronte per Ghita, la cui splendida conclusione termina sotto l'incrocio. Sul 5-3, la Futsal completa il bonus dei cinque falli (ogni fallo seguente è sanzionato con un tiro libero per l'avversrio). Proprio su un tiro libero, è l'indomito Papagni ad accorciare nuovamente le distanze. La Futsal comunque controlla il match. Su rinvio del portiere, Ghita, di testa, chiama l'avversario alla deviazione in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, è sempre il rumeno, su tocco decisivo di un difensore ospite, a fissare il risultato sul 6-4. Vi è ancora tempo per un paio di bei interventi di Scimenes, con il Nettuno che gioca la carta dei cinque uomini di movimento, tuttavia il risultato non cambia.

ANTONIO PIO CRISTINO

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

W FUTSAL SAN SEVERO

...i complimenti sinceri a tutti i componenti della squadra della FUTSAL SAN SEVERO C5. Partite del genere se ne vedono veramente poche. Vittoria strameritata....partita giocata fino all'ultimo minuto con convinzione di portare a casa il meritato successo. Le chiacchiere non ci interessano e servono a poco, in fondo sono i fatti, come ben sappiamo, che scrivono la storia, e la storia, oggi, l'avete scritta VOI.
Bravi ancora RAGAZZI........!!!

Mariella Luigi

Commenta con Facebook