Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

Orgoglio Allianz Pazienza: Pescara domata

logo-cest.png

Allianz Pazienza Cestistica San Severo - Unibasket Amatori Pescara 64-59

Parziali: (11-18, 20-12, 16-11, 17-18)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Massimo Rezzano 17 (1/6, 5/10), Antonio Ruggiero 14 (3/6, 2/3), Emidio Di Donato 12 (3/8, 1/1), Nicolas Manuel Stanic 11 (3/5, 0/2), Riccardo Antonelli 5 (0/2, 1/1), Ivan Scarponi 3 (0/0, 1/5), Guglielmo Sodero 2 (0/1, 0/4), Fabrizio Piccone 0 (0/1, 0/0),Andrea Petracca 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Alessio Attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0), Simone Niro 0 (0/0, 0/0) - Coach: Giorgio Salvemini.

Unibasket Amatori Pescara: Ennio Leonzio 13 (3/5, 2/4), Gianluca Carpanzano 13 (5/6, 0/3), Marko Micevic 12 (5/7, 0/0), Alberto Serafini 6 (3/4, 0/3), Michele Caverni 5 (1/2, 1/1), Andrea Capitanelli 4 (2/7, 0/1), Luca D'Eustachio 4 (1/4, 0/0), Alessandro Potì 2 (1/5, 0/5), Francesco Di Donato 0 (0/0, 0/0), Michael Facciolà 0 (0/0, 0/0) - Coach: Stefano Rajola.

Arbitri: Giorgio Silvestri e Roberto Eugenio

 

In una sfida che evoca ancora antichi ricordi, con gli ex Di Donato e Salvemini da una parte e Micevic dall'altra, l'Allianz Pazienza San Severo si è imposta con il punteggio di 64-59 su una mai doma Pescara.

Allianz Pazienza in campo con Stanic, Ruggiero, Scarponi, Rezzano e Antonelli; Rajola risponde con Potì, Caverni, Capitanelli, Leonzio e Micevic.
Apre le danze Capitanelli dalla lunetta con un 2 su 2 dopo il fallo di Stanic. Polveri bagnate per i neri che trovano il primo canestro con un'azione personale di Stanic dopo 3 minuti di gioco (2-5).  Due triple in successione di Ruggiero e Rezzano portano in vantaggio San Severo al 4' (8-7). Dall'arco colpisce anche Leonzio per l'8-12 al 6'. Pescara appare più determinata, mentre San Severo sbaglia molto, così Caverni e Capitanelli doppiano i neri all'8' portandosi sull'8-16 e costringendo coach Salvemini al timeout. Il canestro di Stanic dalla linea della carità chiude la prima frazione sull'11-18. Di Donato apre le danze nel secondo quarto (13-18), ma si continua sulla falsa riga del primo, con tanti errori al tiro. Si segna davvero poco nei secondi 10 minuti, ma Rezzano al 5' mette la tripla che accorcia il divario sul 18-24. Lentamente l'Allianz si avvicina con i tiri liberi di Antonelli e Sodero, portandosi a due sole lunghezze di svantaggio (22-24 al 18'), fino ad impattare, sempre dalla lunetta, con Stanic (24-24). E' Di Donato qualche secondo dopo a portare nuovamente in vantaggio i suoi con un tiro dall'arco (27-26). La frazione si chiude con un tap in di Di Donato su rimessa di Stanic che vale il vantaggio Cestistica e al riposo lungo si va sul 31-30. Al rientro dagli spogliatoi due canestri di Ruggiero portano sul 35-32 i padroni di casa.  Quando Rezzano colpisce dall'arco esplode il palazzetto per il +6 San Severo. Decisamente diverso il piglio dell'Allianz Pazienza in questa frazione, con Pescara che appare spaesata e non ritrovare la via del canestro. Con il canestro di Stanic (40-32) coach Rajola chiama timeout. Al 29' Stanic mette la tripla che vale il 47-38 in un momento in cui gli ospiti stavano riavvicinandosi. La tripla di Leonzio dall'angolo sancisce la fine della terza frazione sul 47-41. Serafini mette il primo canestro dell'ultimo quarto (47-43), ma Scarponi risponde da distanza siderale (50-43). Antonelli commette il suo quinto fallo ed esce anzitempo, con la partita che si accende quando Ruggiero mette la bomba del 53-45. Fallo tecnico a Ruggiero molto dubbio che manda in lunetta Leonzio per il 53-48. Gli ospiti si rifanno sotto con Carpanzano, ma è Rezzano a togliere le castagne dal fuoco con un canestro dall'arco (56-50 al 36'). Ruggiero ruba palla e con un coast to coast mette a canestro il +7 al 37'. Tecnico anche per Potì e Ruggiero non sbaglia dalla lunetta. Altro tecnico alla panchina pescarese dopo il fallo di Capitanelli che consente a San Severo di tirare 3 liberi, ma Di Donato ne sbaglia uno (61-53). Quinto fallo anche di Ruggiero, con Piccone che lo sostitusce e Carpanzano che in lunetta accorcia sul 61-55 a 1'30" dal termine. La tripla di Rezzano dà la tranquillità ai neri, mentre il canestro sulla sirena di Carpanzano serve solo ai fini statistici: finisce 64-59.
Partita difficile e ci è voluta la migliore Cestistica per tenere testa ad un ottimo Pescara, che è venuto a San Severo con più benzina nel serbatoio non avendo giocato il turno infrasettimanale a causa del ritiro dal campionato del Lamezia terme. MVP dell'incontro Nicolas Stanic con 29 di valutazione frutto di 11 punti, 11 assist e 7 rimbalzi. Una nota di merito per Di Donato, anche lui in doppia doppia con 12 punti e 11 rimbalzi, ancora una volta determinante seppur in non perfette condizioni fisiche. Ora tutti concentrati verso il prossimo impegno che vedrà i neri impegnati in quel di Civitanova Marche.

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook