Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

Ottimo esordio per la Cestistica

1°Gara di andata

(20-22, 43-39, 57-54, 82-76)
Cestistica San Severo : 82
DI LEMBO: 9, DE SANCTIS: 14, GUEYE: 27, GAETA: 14, CIAVOLELLA: 10, CIRILLO: 0, REA: 3, FAVIA: 0, DAMASCO: 0, GENNARI: 5
V. Civitanova Marche : 76
TORRESI: 5, POLIDORI: 19, SCABINI: 8, DEL CADIA: 19, GIACHI: 8, D'AFFUSO: 11, GRONDONA: n.e., EMILI: n.e., TRAVAGLINI: 3
MORETTI 3

Tiri liberi: Cestistica San Severo 10/17; Virtus Civitanova Marche 12/20


Splendida partita nella prima giornata del campionato contro una Virtus Civitanova Marche scesa in campo per dimostrare di meritarsi tutte le credenziali che la vedono tra le favorite del girone.
I Gialloneri ( o "Vandoni Band" come è stata soprannominata dai tifosi) è stata costantemente in vantaggio tranne che in brevissimi frangenti, mettendo in mostra soprattutto un ottimo collettivo, i tre "senatori della squadra (De Sanctis, Gaeta e Di Lembo) sono in gamba ed hanno molto sale in zucca, gli altri 7 sono ragazzi volenterosi ed affiatati, tutti intenzionati a mettersi in mostra... un mix micidiale allestito dalla società per farci divertire e se il buongiorno si vede dal mattino ci riusciranno di sicuro!
Il Civitanova è una squadra davvero ottima, molto forte sotto canestro (Del Cadia è stato superlativo) e con ottimi tiratori.
Tra i nostri è emerso un immenso Guaye che con 27 punti, 5 bombe, 7 recuperi, un discreto numero di rimbalzi, difesa e contropiede si candida a diventare il beniamino dei tifosi... ciliegina sulla torta?? Una schiacciata stratosferica in perfetto stile NBA.

La Cestistica parte bene (4-0 al 2') ma gli avversari ribattono ed il primo quarto va avanti su un sostanziale equilibrio (20-22 alla fine) Nel secondo quarto tentiamo diversi allunghi ma i ragazzi allenati da Surico non ci consento nessun break significativo (35-35 al 17'). Ciavolella lotta con caparbietà e coraggio sotto canestro e si merita gli applausi del pubblico.
Al rientro dagli spogliatoi riusciamo finalmente a conquistare un congruo vantaggio con un recupero e schiacciatone di Guaye (incredibile, le sue ginocchia erano all'altezza della testa del difensore!!!).
Nell'ultima frazione nuova ed ultima parità con una bomba di un ottimo D'Affuso (57-57). A questo punto si scatena Guaye che mette dentro 4 triple consecutive (una da 9 metri ed un'altra dall'angolo con due avversari addosso), per gli uomini di Surico non c'è più niente da fare. Rimane solo il tempo per la standing ovation a Ousmane Guaye e la festa finale fra il tripudio di un pubblico entusiasta.

Da segnalare l'ottima prova di Gaeta (preciso e concreto), l'abnegazione di De Sanctis (in campo nonostante avesse problemi fisici), la solita prova di Di Lembo (anche se può dare molto di più) e la partita di Gennari che sotto la plance fa sentire tutti i suoi centimetri.

Fonte: FORZANERI.IT

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook