Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

Campionati Basket

Tutte le notizie sui campionati di basket.

La Cestistica crolla in casa

Foto di Ousmane Gueye

ASPICA CESTISTICA SAN SEVERO – Cementir Maddaloni: 83-87
PARZIALI: 10’ 22-23; 20’ 41-44; 30’ 64-63; FT 83-87.

CESTISTICA: Favia -; Di Lembo 12; Cirillo -; Gaeta 12; Gueye 21; De Sanctis 14; Damasco -; Gennari 3; Ciavolella 18; Rea 3. COACH: Vandoni.
MADDALONI: Torresi 6; Valentino -; B. Sergio -; Piscitelli 10; L. Sergio -; Doati 16; Desiato 19; Coltellacci 15; Contaldo 13; Simboli 8. COACH: Agazzi.

ARBITRI: Borgioni e De Filippo di Roma

Crolla in casa
la Cestistica in evidente calo fisico dopo lo straripante girone d’andata. A procurare il primo dispiacere casalingo alla formazione di coach Vandoni è ancora una volta la gemellata Cementir Maddaloni, già autrice della prima sconfitta assoluta dei neri in questa stagione.


E' record per l'Alius

Foto di Goran Bjelic

Media Graphic Barletta – ALIUS SAN SEVERO: 56 – 68
PARZIALI: 10’ 14-8; 20’ 33-26; 30’ 44-43; FT 56 – 68

BARLETTA: Piazzola -; L. Sfregola 5; R. Captano 2; Falcone 13; Rizzitelli -; Colaprice 13; Mele 14; Crescente -; Caputo -; S. Sfregola 9. COACH. Binetti.
ALIUS: N. Panizza 4; Bjelic 22; Mucedola 7; Ferraro -; Ivanovic 8; Sollazzo 2; Tartaglione 8; Di Pumpo -; Vicciantuoni 5; G. Panizza 12. COACH: Mucedola.

ARBITRI: Dibari di Triggiano e Basile di Palo del Colle

L’Alius batte il record di venti vittorie ottenuto nella scorsa stagione dalla Larato Cestistica Santeramo, staccando il ventunesimo tagliando sul difficile campo di Barletta. Dinanzi ad una squadra allestita per ben altri traguardi, gli ospiti soffrono per più di metà gara, arrivando ad accumulare addirittura un ritardo di sette punti alla fine del secondo quarto.

I verdi partono bene (+4) ma in fretta subiscono il ritorno dei baresi. Mucedola e soci sembrano più nervosi del solito e di questo ne approfitta un ottimo Mele, capace di realizzare e mandare a punti i propri compagni di squadra.


La Cestistica cade sul parquet dell'ultima in classifica

Foto di Marco Ciavolella
Info&Tel Melfi – ASPICA CESTISTICA SAN SEVERO: 96-77
PARZIALI: 10’ 25-17; 20’ 48-31; 30’ 77-60; FT 96-77

ARBITRI: Mancini di Caserta e Crescenzo di Salerno

MELFI: De Fanti 16; Di Capua 8; Pelliccione 16; Castellitto 31; Vulekovic -; Zazzeron 2; Archetti -; Angelici -; Ambruoso 8; Menzione 15. COACH: Paternoster.
CESTISTICA: Favia -; Di Lembo 11; Cirillo -; Gueye 22; De Sanctis 4; Damasco 2; Gennari 17; Ciavolella 21; Di Rienzo -; Rea -. COACH: Vandoni.


La Cestistica, ancora una volta col mal di trasferta, crolla sul campo del fanalino di coda Melfi, dimostrando di soffrire più del previsto l’assenza di Gaeta.


Si riaccendono le speranze per la Fortitudo

Foto di Juan Filloy

Fortitudo San Severo – Acli Brindisi: 89 – 64
Parziali 16 - 22; 40 – 31; 67 – 44; 89 - 64

Arbitri: Valentino e Iavarone di Matera.

Tabellini:
Fortitudo San Severo: Filloy 10; Terrestre 8; Del Vicario 26; Miglio 11; Marinelli 8; Morelli 2; Barnett 22; Francesco; Testa 3; Vulekovic 13; all. De Florio.


L'Alius corre da sola

Foto di Vincenzo Mucedola

MIB EUROTEAM ALIUS SAN SEVERO - DAF CHEMI MOLA: 93-59
Parziali: 16-16, 34-12, 18-15, 25-16.

Arbitri: Roberti di Altamura e Soldano di Trani.

MIB Euroteam Alius San Severo: Panizza N. 3, Bjelic 26, Mucedola 27, Ferraro 8, Ivanovic, Tartaglione 12, Bevere 1, Di Pumpo 3, Vicciantuoni 10, Panizza G 3. Allenatore: M. Petrovic


Comunicato Stampa Fortitudo San Severo: Una partita sfortunata

Foto di Giovanni Perna
Una partita sfortunata, giocata bene dalla nostra Fortitudo, ma ancora di più dalla Panda Lucera che si è aggiudicata con pieno merito il derby ed altrettanto meritatamente è al comando della classifica del campionato di C/2. La Fortitudo esce a testa alta dal confronto con la consapevolezza di potersela giocare ad armi pari nel futuro, specie nei play off dove il confronto potrebbe ripetersi.


La Fortitudo si arrende con onore

Foto di Mario Del Vicario
Panda Lucera – FORTITUDO SAN SEVERO: 89-84
PARZIALI: 10’ 26-20; 20’ 44-44; 30’ 63-67; FT 89-84

ARBITRI: Lucarella di Taranto e Cardano di Gravina di Puglia

LUCERA: Monier 13, Rubbera 4, Mazzella 38, Visnijc 18, F. D'Arrissi 1, V. D'Arrissi 4, Vigilante 3, Grzetic 8, Silvestri -, Di Bendetto -. COACH: A. Russo
FORTITUDO: Filloy 6, Terrestre -, Del Vicario 22, Miglio 14, Marinelli 7, Morelli 6, Barnett 13, Vulekovic 11, Testa 5, Francescano -. COACH: De Florio

La Panda Lucera vince un altro derby contro il San Severo per 89-84, una partita emozionante che permette alla squadra del presidente Ferosi di prendere il largo e di portarsi a 4 punti dalle dirette avversarie.


La Cestistica non molla

Foto di Massimo Di Lembo
ASPICA CESTISTICA SAN SEVERO – Silvi Marina: 79-68
PARZIALI: 10’ 25-20; 20’ 39-34; 30’ 62-52; FT 79-68.

CESTISTICA: Favia -, Di Lembo 23, Cirillo -, Gaeta 4, Gueye 15, De Sanctis 14, Damasco 4, Gennari -, Ciavolella 16, Rea 3. COACH: Vandoni.
SILVI: Nobili 8, Lo Giacco -, Veneri 10, Di Nicola 12, Rizzo 22, Cappella 7, Di Girolamo -, Bancarella -, Trimarchi -, Blanda 9. COACH: Salvemini.

ARBITRI: Calvosa di Cosenza, Pisani di Reggio Calabria.

Torna alla vittoria l'Aspica San Severo. Dopo lo stop di sette giorni addietro, costato il primo posto in classifica, la formazione sanseverese ha avuto la meglio su un Silvi mai domo. La formazione di coach Salvemini ha tenuto testa ai dauni per gran parte dell'incontro, fino a quando ha retto Rizzo. I padroni di casa hanno avuto nell'ex di turno Massimo Di Lembo il top scorer del match con 23 punti in 40'. Sotto le plance c'è stata lotta vera tra la grinta di Ciavolella e l'esperienza di Rizzo. È proprio Di Lembo ad aprire le danze con due triple consecutive (9-4 al 3'). Ciavolella riesce a prevalere su Rizzo e spinge ancora l'Aspica (21-14 al 7'). Salvemini butta nella mischia Di Nicola, che ricambia subito con due triple in chiusura di frazione. Nel secondo quarto Blanda comincia a realizzare fino alla parità a cui segue il sorpasso a firma di Nobili dalla lunetta (28-29 al 14'). Gueye riporta avanti i padroni di casa ma è l'ingresso di Rea a dare una piccola scossa al match, sia per la tripla (36-32 al 18') che per la difesa del giocatore romano. Gaeta (5 rimbalzi) cade appoggiando male il piede sinistro e si procura una distorsione. E' il momento di Damasco. Al rientro dagli spogliatoi in 3' segna solo Ciavolella per l'Aspica mentre il Silvi ne piazza 8 per il nuovo sorpasso (41-42 al 23'). Ma la paura dei tremila del PalaCastellana viene fugata dalle conclusioni di Gueye (4/5 da 2) e De Sanctis (7/7 ai tiri liberi) sempre ben serviti da Di Lembo (3 assist e 4 palle recuperate). A metà frazione i padroni di casa piazzano il primo break (53-45) e poi quello decisivo sul finire del tempo (58-45 al 29'). Nella frazione finale i padroni di casa amministrano il vantaggio, approfittando del calo degli ospiti (73-61 al 36') e della serata di vena di Di Lembo per la quattordicesima vittoria stagionale. Vittoria dedicata ad un ultras scomparso prematuramente nella notte


Condividi contenuti