Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

L'Allianz Pazienza stana i Leoni di Bisceglie e resta imbattuta

logo-cest.png

Di Pinto Panifici Bisceglie - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 94-101

Parziali: (12-19, 16-18, 15-19, 25-13, 11-11, 9-16)

Di Pinto Panifici Bisceglie: Gianni Cantagalli 27 (1/3, 4/11), Gianluca Tredici 20 (4/11, 2/4), Antonio Fabrizio Smorto 14 (4/5, 2/3), Daniele Tomasello 13 (5/11, 0/0), Marco Rossi 12 (4/6, 0/6), Oleksandr Kushchev 4 (1/3, 0/2), Cesare Zugno 2 (0/0, 0/1), Andrea Chiriatti 2 (0/0, 0/0), Domenico Quarto Di Palo 0 (0/0, 0/0), Michele Losciale 0 (0/0, 0/0), Danilo Mazzarese 0 (0/0, 0/0) - Coach: Gigi Marinelli.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Massimo Rezzano 26 (4/4, 5/8), Antonio Ruggiero 15 (4/6, 0/7), Ivan Scarponi 19 (2/4, 5/8), Nicolas Manuel Stanic 10 (5/6, 0/8), Riccardo Antonelli 10 (3/6, 0/0), Guglielmo Sodero 7 (2/3, 1/2), Emidio Di Donato 7 (1/1, 1/1), Andrea Petracca 7 (3/4, 0/0), Fabrizio Piccone 0 (0/1, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0),  Simone Niro 0 (0/0, 0/0),  Goce Petrusevski 0 (0/0, 0/0) - Coach: Giorgio Salvemini.

Arbitri: Marco Marzulli e Marcello Martinelli.

 

Quindicesimo successo di fila per la Allianz Pazienza Cestistica Città di San Severo, che continua il suo cammino immacolato nel girone C della Serie B Old Wild West imponendosi anche al PalaDolmen di Bisceglie al termine di una vera e propria "maratona" di basket terminata sul punteggio di 94-101. Nella tana dei Leoni di Bisceglie la Allianz Pazienza San Severo soffre, ma porta a casa la vittoria dopo ben due tempi supplementari in cui è emersa tutta l’esperienza degli uomini di coach Giorgio Salvemini al termine di un match che, oltre al sapore speciale del derby, nell'intervallo ha regalato anche l'esibizione degli atleti dell'ASD Oltre Sport in una partita di calcio in carrozzina elettrica che ha riscosso gli applausi di entrambe le tifoserie presenti al PalaDolmen.

La contesa inizia con il solito starting five per l’Allianz Pazienza San Severo, vale a dire Stanic, Ruggiero, Scarponi, Rezzano e Antonelli, a cui risponde coach Luigi Marinelli con Rossi, Smorto, Cantagalli, Tomasello e Kushchev. Apre le danze Rezzano dalla lunetta dopo tre tentativi falliti da Scarponi, Antonelli e lo stesso Rezzano, che subito dopo porta a 3 i punti per i gialloneri. Per i padroni di casa il primo canestro lo realizza Tomasello da sotto per il 2-3. San Severo prova ad allungare, in una partita in cui si segna poco, con la tripla di Rezzano che al 5’ vale il 4-10. Stanic e ancora Rezzano al 7’ portano il vantaggio ospite sul 4-14, ma Tredici dall’arco accorcia immediatamente (7-14). Al mini-break dei lions (5-0) risponde ancora dai 6,75 Rezzano a cui replica l’ex Smorto (12-17). La prima avvincente frazione si chiude con i dominatori assoluti di questo campionato in vantaggio 12-19.

Bisogna attendere oltre 2 minuti nel secondo quarto per vedere il primo canestro ed è il solito Rezzano a punire dall’arco, ma subito dopo Tredici realizza 5 punti filati con il tabellone che recita 17-22 al 13’. Botta e risposta dall’arco Cantagalli - Rezzano e distacco invariato (20-25 al 15’). La partita improvvisamente si fa avvincente, ai due tiri dalla lunetta di Cantagalli risponde un grandissimo Di Donato con 5 punti di fila per il 22-30 che costringe coach Marinelli al minuto di sospensione. Porta beneficio il timeout per Bisceglie che accorcia il divario sul 26-30, ma la tripla di Sodero vale ancora il +7 per i neri (26-33 al 18’). Finale di secondo quarto favorevole all’Allianz Pazienza che va al riposo lungo sul 28-37 sprecando per ben due volte l’opportunità di chiudere con un divario in doppia cifra.

Il terzo periodo si apre con un gioco da tre di Marco Rossi per il 31-37. San Severo non fa una piega e con Ruggiero e Scarponi, quest’ultimo dall’arco si riporta sul +9 (33-42). Antonelli si guadagna un fallo sotto canestro e fa 2/2 dalla lunetta, poi replica in contropiede schiacciando e dopo ancora dalla lunetta 2/2 con il divario che si allarga (+ 15 e 33-48 al 23’). Pone fine all’astinenza dei Lions Tomasello dalla lunetta che fa ½). Bisceglie tira fuori le unghie e accorcia fino al 40-50, ma San Severo in un amen si riporta sul +14 grazie al canestro in penetrazione di Scarponi ed al 2/2 di Di Donato dalla lunetta. Un fallo tecnico fischiato a Di Donato manda in lunetta Cantagalli che fa 3/3 portando i suoi sul 43-54 al 27’. Kushchev commette fallo antisportivo su Rezzano che in lunetta è chirurgico, poi Petracca, appena subentrato ad Antonelli si procura un fallo e fa ½ per il 47-61. Il terzo quarto finisce 49-61 con il canestro di Cantagalli e con Kushshev che sbagli aun rigore a porta vuota a fil di sirena.

Il quarto periodo inizia con il canestro di Sodero a cui fa seguito quello di Petracca per il 49-65, scrivendo il massimo vantaggio della partita. I padroni di casa rispondono subito con Smorto dall’arco, ma Ruggiero si mette in proprio e realizza una tripla da paura che ristabilisce il divario. Un antisportivo fischiato a Zugno non sortisce alcun effetto con lo 0/2 dalla lunetta di Rezzano, che è un evento, e con il tentativo di Antonelli sul possesso seguente che non va a segno. Bisceglie invece punisce dall’arco con Cantagalli per il 58-67 al 34’ che induce coach Salvemini a chiamare timeout. La fiammata dei padroni di casa scalda il match e le tifoserie, i soli 9 punti danno fiducia agli uomini di Marinelli che ci credono sempre più mancando ancora 4 minuti al termine. Marinelli protesta e gli viene fischiato il tecnico con Ruggiero che mette il libero. Tomasello firma il -7 a meno di 3’, Scarponi sbaglia la tripla e Smorto realizza il 67-72. I leoni di Bisceglie tirano fuori le unghie e con Rossi si portano ad un possesso di svantaggio, 69-72 al 28’ e Salvemini che chiama timeout. A 21” dal termine Stanic sbaglia il tiro in penetrazione e Petracca commette fallo a rimbalzo su Rossi che in lunetta fa 2/2. Cantagalli fa fallo tattico su Ruggiero che mette entrambi i liberi e riporta i neri sul +3 (71-74). A 9” Cantagalli mette la tripla che riequilibra l’incontro. Nuovo minuto di sospensione, questa volta per San Severo, ma l’azione non porta a nulla e si va all’overtime sul 74-74.

La Cestistica affronta il primo extra-time priva di Antonelli e Di Donato, fuori per 5 falli. Petracca realizza il primo canestro, mentre Tredici sbaglia un canestro facile facile. Ancora Petracca recupera un rimbalzo sanguinoso che vale il 74-78 e coach Marinelli corre subito ai ripari chiamando timeout. Zugno accorcia dalla linea della carità, mentre Cantagalli fa solo ½ e San Severo conserva un punticino di vantaggio. Implacabile dalla lunetta Ruggiero, così come Tredici e la partita si regge su un sottile equilibrio. Sempre dalla lunetta Chiriatti sigla il primo vantaggio per i locali. Manca solo 1’ e Rossi in penetrazione regala il +3 a Bisceglie. Rezzano e Tomasello da sotto e poi la tripla di Scarponi per l’85-85 che manda le squadre al secondo overtime.

Scarponi apre con la tripla dall’angolo e Cantagalli fa 2/2 dalla lunetta per l’87-88. Ancora Scarponi da distanza siderale, mentre Tomasello e Stanic sbagliano, ma uno straordinario Scarponi mette ancora una bomba e poi recupera palla in difesa. San Severo straripa con la tripla di Rezzano che vale il 87-94 quando mancano 2’46”. Lo stesso capitano perde l’occasione di allungare ancora fallendo dalla lunetta due liberi, mentre Smorto fa ½ e poi recupera il rimbalzo e mette a canestro per il 90-97 a 1’30”. Ruggiero in contropiede mette il canestro 92-101 che in pratica scrive la parola fine ad uno spettacolare match. Punteggio finale 94-101, tanta paura, ma ancora una vittoria per la capolista che resta imbattuta ed allunga la serie.

Ancora un "derby di Puglia" per la Allianz Pazienza San Severo: nel prossimo turno infatti i Neri saranno ospiti della Andrea Pasca Nardò sui legni del PalaPasca. Appuntamento a domenica 27 gennaio, con salto a due alle ore 18.00.

 

Fonte: Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook