Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

L'Allianz Pazienza San Severo accede alla final four di Montecatini

logo-cest.png

Allianz Pazienza Cestistica San Severo - Citysightseeing Palestrina 77-73

Parziali: 22-19, 19-24, 11-13, 25-17

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Massimo Rezzano 25 (7/10, 2/7), Emidio Di donato 21 (1/4, 4/6), Nicolas manuel Stanic 11 (2/4, 0/0), Antonio Ruggiero 9 (3/3, 0/6), Ivan Scarponi 5 (1/2, 1/6), Lorenzo De zardo 4 (2/2, 0/1), Guglielmo Sodero 2 (1/2, 0/1), Riccardo Antonelli 0 (0/1, 0/0), Fabrizio Piccone 0 (0/0, 0/1), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Andrea Petracca 0 (0/0, 0/0), Alessio attilio Magnolia 0 (0/0, 0/0)

Citysightseeing Palestrina: Gianmarco Rossi 23 (6/7, 3/9), Manuel Carrizo 14 (3/4, 1/3), Nelson Rizzitiello 12 (2/5, 2/4), Ignacio Ochoa 10 (2/3, 2/3), Nicolas Morici 7 (2/3, 1/2), Alessandro Banchi 4 (0/1, 0/1), Eugenio Beretta 3 (1/6, 0/0), Simone Rischia 0 (0/3, 0/0), Daniele Fiorucci 0 (0/0, 0/0), Matteo Santucci 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Mattei 0 (0/0, 0/0), Andrea Cecconi 0 (0/0, 0/0)

Arbitri: Giuseppe Scarfò e Alessandro Soavi

Abbiamo assistito ad una finale playoff di grande qualità, di grande basket giocato da due squadre che avrebbero entrambe meritato di staccare il biglietto per Montecatini, ma la stranezza di un regolamento che costringe le squadre a giocarsi la promozione addirittura in tre fasi (regoular season, playoff e final four) non l'ha consentito. L'ha spuntata l'Allianz Pazienza San Severo, che si è imposta 77-73, dopo una vera e propria battaglia sportiva, fatta di sorpassi e controsorpassi, di momenti di tensione, di mosse  e contromosse delle panchine, il tutto davanti ad una cornice di pubblico da brividi per la categoria. Onore ai vinti ed al loro pubblico al seguito, a coach Ponticiello che non ha lesinato elogi per l'ambiente cestistico sanseverese ed alla dirigenza prenestina per l'accoglienza riservataci al PalaIaia.

Starting five per l'Allianz Pazienza San Severo con Stanic, Ruggiero, Scarponi, Di Donato e Rezzano; risponde la Citysightseeing Palestrina con Rischia, Rossi, Morici, Rizzitiello e Ochoa. Pronti, via e subito Rezzano a segno. Dopo il pareggio di Morici è Stanic dalla lunetta a ridare il + 2 ai neri, ma dura poco perchè Rizzitiello trova la tripla del primo vantaggio ospite (4-5). Scarponi e Rezzano non ci stanno ed al 6' è 14-7 con le due bombe filate del capitano. Azione personale di Stanic al 7' ed il tabellone si aggiorna sul 20-11. I tiri liberi guadagnati da Carrizo riportano i viaggianti sul 20-17 all'8', mentre Beretta dalla media sigla il -1 in un periodo del match in cui i neri hanno polveri bagnate. Ci pensa Ruggiero ad interrompere il digiuno ed a chiudere il primo quarto sul 22-19.  La seconda frazione si apre con tre tiri dalla lunetta di Banchi in seguito al fallo di Stanic; il n. 10 non sbaglia ed impatta sul 22-22. Al 12' Sodero si fa fischiare antisportivo che manda due volte Palestrina in lunetta con Carrizo (2/2) e con annessa rimessa in attacco, fortunatamente non sfruttata, cosa che non fa San Severo sull'azione che segue con Rezzano che  mette la palla a canestro segnando i primi 2 punti di secondo mini tempo per San Severo (24-26). Di Donato, su assist di Stanic, trova la tripla che rimette davanti i neri al 14' (30-28) e costringe coach Ponticiello al timeout per fermare l'inerzia. Rezzano si procura tre tiri liberi su tiro dall'arco ed è chirurgico, portando sul 33-28 i suoi. Partita avvincente, Rossi e Rizzitiello impattano, ma Di Donato dall'arco è implacabile ed è 36-33. Continui sorpassi e controsorpassi portano le squadre al riposo lungo sul 41-43. Al rientro dagli spogliatoi Di Donato conquista due liberi, mettendone uno solo nel cesto ed il punteggio si aggiorna sul 42-43. Rossi tenta l'allungo per i verdearancio e San Severo fa 1/2 dalla linea della carità con Stanic per il 43-47 del 26'. Rossi dall'arco è una sentenza, mentre San Severo ancora non mette a fuoco la retina dalla distanza (43-50). L'Allianz Pazienza, sospinta dal proprio pubblico, si rifà sotto fino al 50-53 del 27' con Sodero e coach Ponticiello spende il minuto di sospensione. Palle perse ed errori al tiro da ambo le parti non si contano più ed il punteggio resta fermo sul 50-53 per lunghissimo tempo. Interrompe l'astinenza De Zardo al 29' e sull'azione seguente Banchi guadagna due tiri dalla lunetta (1/2) per il 52-54. Sull'ultima azione è Rossi a chiudere 52-56. Inizia con il canestro di Carrizo l'ultimo e decisivo periodo e piove sul bagnato quando viene fischiato l'antisportivo a Di Donato che porta Beretta in lunetta (1/2). Sull'altra sponda Rezzano subisce fallo su tiro da tre (2/3) e diventano 5 i punti da recuperare (54-59). Al 34' Scarponi fa letteralmente esplodere il palazzetto con una delle sue bombe, su assist di Piccone,  che vale il pareggio 59-59. Poi è la volta di Di Donato e questa volta è sorpasso 62-61. Di Donato è in trance agonistica e piazza un'altra bomba, mentre Carrizo la sbaglia (67-64). Morici da tre e Ruggiero mandano le squadre all'ultimo giro di orologio in parità 69-69. Gioco da tre di Ruggiero quando mancano 39" al termine di una emozionante partita, con la panchina di Palestrina che chiama timeout.  Rezzano in contropiede e Rischia dall'arco (74-72), Di Donato subisce fallo e va in lunetta (1/2), idem Carrizo (1/2). Si va avanti col fallo sistematico che vede ancora Di Donato dalla linea della carità che questa volta è glaciale e decreta il ounteggio finale: 77-73 che significa per l'Allianz Pazienza San Severo final four.
MVP della partita uno strepitoso Emidio Di Donato con 21 punti all'attivo, contorniati da 20 rimbalzi e un 4/6 dall'arco, ma i complimenti vanno fatti a tutto il roster che ha giocato una partita degna di tale nome. Ora ci si gioca tutto al Palaterme di Montecatini il prossimo weekend; la febbre sale e c'è già la caccia all'albergo per la marea giallonera che invaderà la città toscana.

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook