Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

L'Allianz è da 10: battuta anche Falconara

logo Cestistica.png

Allianz Cestistica San Severo – Sandretto Falconara 66-65

Parziali: 18-16, 16-9, 11-9, 21-31

Allianz Cestistica San Severo: Marmugi 4, Vitanostra ne, Ricci 14, Coppola ne, Cena 2, Quarisa 15, Scarponi 14, Ciribeni 9, Dimarco 8, Ikangi. Coach Piero Coen.

Sandretto Falconara: Mastroianni  3, Pozzetti 4, Ruini 10, Battagli ne, Alessandri 2, Di Viccaro 6, Maganza 19, Eliantonio 4, Micevic 8, Tessitore 9. Coach Andrea Reggiani.

Arbitri: Matteo Semenzato di  Mirano (VE) e Fabio Bonotto di Vazzola (TV).

Un’Allianz sospinta dal proprio pubblico (oltre tremila presenze sugli spalti) ha ragione anche della Sandretto Falconara e raccoglie così il decimo successo di fila rafforzando la propria seconda posizione in classifica. Per effetto di questa sconfitta, invece, Falconara retrocede al quarto posto per la contemporanea vittoria di Campli a Monteroni, con cui condivideva la terza piazza. Inarrestabile la capolista Montegranaro che vince anche a Pescara e mantiene i due punti di vantaggio proprio su San Severo.

Ancora una prestazione monstre di Andrea Quarisa con15 punti e 16 rimbalzi, nonostante l’infortunio occorsogli ad inizio ultimo quarto di gioco. Tre i giocatori in doppia cifra tra i padroni di casa (Ricci e Scarponi oltre Quarisa), mentre due tra i marchigiani (Maganza e Ruini).

Nella prima frazione l’Allianz stenta a prendere il ritmo e subisce la forza fisica e l’esperienza degli avversari con Quarisa che sin da subito però fa capire di essere il padrone del pitturato con 5 rimbalzi nei primi 10 minuti.  E’ Mastroianni per la Sandretto ad aprire le danze con la prima tripla dell’incontro . Al minuto 3 Maganza porta a 5 i punti di vantaggio per gli ospiti (5-7) con San Severo che fatica ad attaccare la difesa avversaria. Ci mettono un po’  i neri a capire come affrontarla ed è al settimo minuto che Scarponi trova la tripla del pareggio (14-14) per poi trovare il vantaggio, che non lascerà più, con Ricci dalla lunetta (16-14). La frazione si chiude con il +2 Allianz sul 18-16. Ad inizio secondo periodo la Cestistica piazza un parziale shock per la Sandretto , 13-2 e punteggio sul  31-18 al minuto 27. Quarisa trova anche il massimo vantaggio, fino a quel momento, a + 14 prima della reazione ospite, con Tessitore e Micevic, che manda al riposo lungo le squadre sul 34-25. Nella terza frazione prevalgono le difese, si vedono pochi canestri e più confusione in campo. San Severo prima allunga nuovamente sul +11 e poi subisce il ritorno della Sandretto (38-32 al minuto 25), prima del nuovo allungo sul finale di frazione che si chiude sul 45-34 con il piazzato del capitano Ivan Scarponi poco prima del suono della sirena. Nell’ultimo periodo l’Allianz ritrova il vantaggio di 14 punti con l’ennesima tripla di Scarponi (50-36) per poi allungare addirittura a +16 con la bomba di Ciribeni.  San Severo sembra in pieno controllo della partita, ma l’infortunio occorso ad Andrea Quarisa scombussola i piani della squadra, che perde il riferimento nel pitturato e concede spazio a Maganza che diventa incontenibile. La squadra sbanda, ragiona poco, forza molte conclusioni, sbaglia molti passaggi ed il risultato è che Falconara ci crede, così al minuto 35 è 57-53 e la partita è virtualmente riaperta. Quando sembra di rivedere i fantasmi della gara persa contro Montegranaro, con gli ospiti a -2 (57-55) ecco che Dimarco e Marmugi, quest'ultimo dalla linea dei 6,75, fanno infiammare il palazzetto  per il nuovo +7 (62-55) al minuto 37. L’Allianz riacquista la lucidità perduta, difende bene e non concede il recupero agli avversari. L’ultimo minuto è da batticuore, con la Sandretto che ricorre al fallo sistematico, ma Dimarco è freddo in lunetta. A pochi secondi dal termine con rimessa in attacco dopo il time out, l’ultima palpitazione con Dimarco che si fa rubare palla e Falconara si invola in contropiede ed a fil di sirena trova la tripla con l’ex Di Viccaro, ma non serve per l’esito finale, l’Allianz si impone con il punteggio di 66-65 e va a festeggiare con i propri tifosi. Festività senza sosta, perché domenica si gioca a Porto Sant’Elpidio per l’ultima di andata.

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook