Le partite delle sanseveresi

SSS Facebook

In gara 1 di semifinale playoff l'Allianz Pazienza domina Matera

logo-cest.png

Allianz Pazienza San Severo - Olimpia Matera 89-60

Parziali: 17-23, 27-13, 18-13, 27-11)

Allianz Pazienza San Severo: Antonelli 5, Piccone 10, Stanic 16, Rezzano 21, De Zardo 7, Petrushevski, Di Donato 10, Scarponi 2, Niro, Ruggiero 11, Sodero 7, Petracca. Coach Giorgio Salvemini.

Olimpia Matera: Mancini ne, Buono 9, Battaglia 7, Del Testa 9, Datouwei, Iannilli 9, Merletto 9, Sereni 7, Cena 10, Centoducati ne. Coach Agostino Origlio.

Arbitri: Vladislav Doronin e Matteo Roiaz.

Gara 1 di semifinale playoff del tabellone C ha visto affrontarsi al Pala Falcone e Borsellino di San Severo la Allianz Pazienza San Severo e l'Olimpia Matera. Una bellissima partita in cui la squadra di coach Salvemini ha sofferto per i primi 10 minuti, ma poi si è scrollata di dosso la tensione ed è riuscita a domare i materani impartendo una vera e propria lezione di basket.
Quintetto standard per coach Salvemini con Stanic, Ruggiero, Scarponi, Rezzano e Antonelli. Coach Origlio risponde con Merletto, Battaglia, Cena, Del Testa e Iannilli. La partita comincia con una tripla di Del Testa su assist dell'ex Iannilli. Per San Severo risponde Rezzano da sotto, ma Iannilli riporta subito sul +3 i suoi. Spettacolare contropiede per i neri che parte da una palla rubata da Ruggiero e chiuso da Scarponi per il 4-5 del 3'. Del Testa ha la mano calda e colpisce ancora dall'arco, mentre San Severo deve ancora scaldare i motori. Dopo 4' Antonelli è già a quota 2 falli e Salvemini lo richiama per Di Donato. Entra in partita anche Cena che trova la tripla fortunosa che vale il 4-11. A complicare le cose per i neri è il secondo fallo di Stanic a cui segue il tecnico fischiato alla panchina per proteste. Ruggiero carica i suoi prima con un coast to coast e poi servendo l'assist a Di Donato che riporta San Severo a -4 al 6' (8-12). La tripla di Ruggiero al 7' vale oro perchè segna il -1, ma ci pensa Cena a riportare sul 13-17 Matera. La frazione si chiude sul 17-23 con tre tiri dalla lunetta di Ruggiero che sbaglia l'ultimo, prende il rimbalzo, ma non mette la palla a canestro. Il secondo mini tempo si apre con  il canestro di Cena seguito dalla tripla di Sereni che porta al minuto 11 il punteggio sul 17-28. E' Sodero a sbloccare il punteggio per i neri accorciando il divario sul 19-28. San Severo pigia sull'acceleratore e al 15' mette il muso davanti per la prima volta con la tripla di Stanic seguita dal tiro libero dello stesso dopo un fallo tecnico fischiato ai lucani (29-28). Si gioca punto a punto con Matera che tenta il nuovo allungo e San Severo che insegue e ritrova il vantaggio dalla lunetta con Ruggiero prima e Di Donato poi per il 36-33 del 18'. Il canestro del 42-36 di De Zardo costringe coach Origlio al timeout al 19' nel tentativo di fermare l'inerzia sanseverese. Al riposo lungo si va sul 44-36 con Rezzano che sigla gli ultimi 2 punti dalla lunetta. Al rientro dagli spogliatoi il primo canestro lo segna Iannilli da sotto a cui risponde immediatamente Rezzano. Alley oop spettacolare di Antonelli con schiacciata a due mani per il +10 San Severo al 23'. Rezzano dall'arco trova la tripla del massimo vantaggio per i padroni di casa, ma risponde subito Battaglia per il 53-45 del 26'. Due minuti dopo grande assist di Ruggiero per Rezzano che solo nel pitturato ringrazia e mette il canestro del 59-47. A 40" dal termine Rezzano piazza la tripla del 62-49 che è il punteggio con cui si chiude il terzo periodo. Ultimo quarto che inizia bene per l'Allianz Pazienza, con un gioco da tre di Di Donato che porta sul 65-49 i suoi. San Severo gioca da grande squadra, ragiona, fa scorrere il tempo, chiude le maglie della difesa e punisce dall'arco (70-49 al al 32' con la tripla di Rezzano) rendendo obbligatorio il timeout per i lucani. I primi due punti per gli ospiti hanno la firma di Buono che fa 2/2 dalla lunetta. San Severo è on fire, bellissima l'azione che porta Antonelli a schiacciare su assist di Sodero. La partita non ha più storia, perchè i padroni di casa non concedono nulla e Matera sembra aver mollato. I minuti finali servono a dare spazio a Petracca, Piccone (due triple di fila per lui), Petrushevski (che stoppa Cena in penetrazione) e Niro. Finisce 89-60 una partita che dopo la prima frazione nessuno avrebbe pensato potesse finire con questo divario.
Ora però non è tempo di festeggiare, ma di rimanere concentrati e preparare gara due di martedì 14 maggio alle ore 21:00 sempre al Pala Falcone e Borsellino.

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook