Le partite delle sanseveresi

U.S.D. San Severo

SAN SEVERO2
Frattese0
 
RisultatiClassificaStatistiche

Cestistica San Severo

CESTISTICA SAN SEVERO87
Civitanova77
 
RisultatiClassificaStatistiche

SSS Facebook

Allianz Pazienza San Severo, espugnato il Pala Elettra

logo-cest.png

Basket Serie B gir.C: Risultati | Classifica | Statistiche

Amatori Basket Pescara - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 65-71

Parziali: 16-15, 12-22, 24-18, 13-16

Amatori Basket Pescara: Luca Bedetti 18 (9/13, 0/1), Andrea Capitanelli 15 (5/9, 1/3), Mathias Drigo 14 (5/8, 1/4), Michele Caverni 8 (2/6, 0/3), Ennio Leonzio 7 (1/5, 1/7), Matteo Bini 3 (1/3, 0/2), Luca D'eustachio 0 (0/0, 0/1), Leonardo Del sole 0 (0/1, 0/0), Andrea Grosso 0 (0/0, 0/0), Alessandro Boscherini 0 (0/0, 0/0), Luca D'eustachio 0 (0/0, 0/0) - Coach: Stefano Rajola.

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Massimo Rezzano 29 (4/8, 4/11), Ivan Scarponi 19 (0/2, 6/14), Leonardo Ciribeni 8 (2/4, 1/7), Emidio Di Donato 7 (2/3, 1/4), Riccardo Bottioni 6 (3/7, 0/2), Riccardo Malagoli 2 (1/1, 0/0), Antonio fabrizio Smorto 0 (0/1, 0/3), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Iannelli 0 (0/0, 0/0), Vittorio Mecci 0 (0/0, 0/0) - Coach: Giorgio Salvemini.

Arbitri: Marco Guarino di Campobasso e Lorenzo Lupelli di Aprilia (LT).

Nutrita presenza di tifosi gialloneri, arrivati al PalaElettra per seguire il big match tra Amatori Pescara e Allianz Pazienza Cestistica San Severo. con coach Salvemini e Di Donato, ex della partita, visibilmente emozionati per l'affetto e gli applausi ricevuti da entrambe le tifoserie.

Padroni di casa che si presentano con una pesante defezione: capitan Andrea Grosso, visto il grave infortunio che forse gli precluderà di giocare buona parte della regular season (e a cui rinnoviamo i nostri sinceri auguri di completa guarigione). Per i Neri Malagoli e Smorto sono davvero al minimo sindacale, ma riescono a giocare lo stesso grazie all'intervento dello staff medico e fisioterapico, sottolineato dalle parole di coach Salvemini: "Voglio ringraziare i professionisti della Società che hanno permesso agli atleti di giocare questa importante partita e un grande plauso ai giocatori stessi che hanno insistito per giocare, seppur consapevoli della persistenza dell'infortunio".

Palla a due e primo canestro di marca sanseverese, con Bottioni. Si segna poco in questi primi minuti, caratterizzati da alta intensità difensiva e percentuali rivedibili: al quinto minuto siamo sul 6-6. Drigo, in gran spolvero in questa prima frazione, prova a spingere allungando sul +4 (12-8 dopo 7 minuti). La tripla di Ciribeni all'ultimo giro di lancette accorcia le distanze sul -1. La prima frazione si chiude con un canestro di gran caratura di Rezzano, sul punteggio di 16-15.

Di donato è carico: oltre al duro lavoro difensivo e sotto canestro segna una gran tripla in avvio di secondo quarto e San Severo torna in vantaggio. Pescara non si sblocca, Scarponi ne approfitta e, con due triple da distanza siderale, allunga ulteriormente (16-25 dopo 13 minuti), costringendo coach Rajola al primo timeout. Pausa benefica per Pescara che segna con Leonzio oltre l'arco e il 2/2 di Caverni piazza un bel mini parziale (22-25 al 16'). Scarponi, ancora oltre l'arco trascina i suoi in questo momento delicato. Su un bellissimo gioco da 3 punti di Rezzano, San Severo si aggiudica il secondo quarto, con le squadre che vanno al riposo lungo sul punteggio di 28-37.

Riparte il match: San Severo riprende da dove aveva lasciato. Ciribeni e Rezzano dalla lunga, ampliano il divario (30-42 dopo 2'). La partita scorre, con Pescara che ci capisce ben poco e, nonostante un flebile 4-0 di parziale in contropiede, viene subito ricacciata indietro dal duo Rezzano-Scarponi (quarta tripla per lui): al 26' San Severo tocca il +13 (36-49) e Rajola è costretto nuovamente a chiamare sospensione. Si sveglia Bedetti e la sua Pescara rientra prepotentemente in partita (48-52 a 2 minuti dalla fine del quarto). Il terzo quarto si chiude sul 52-55 con Pescara che sembra tutta un'altra squadra.

Ultima frazione che si apre con Ciribeni costretto all'intervento dei sanitari, dopo un brutto colpo sullo zigomo destro subito da Bedetti. Dopo un paio di 'non fischi' dubbi, Capitanelli giganteggia da sotto e Pescara torna -1 al 31'. Gli arbitri diventano protagonisti: fischiano un inesistente fallo tecnico che Pescara chiude al meglio (57-55 dopo 33 minuti), mentre Salvemini corre ai ripari e richiama i suoi per rimettere ordine in campo. La tripla di Rezzano, al rientro, suona la carica e San Severo rimette la testa avanti al match. Sono minuti concitati: ancora Scarponi, con altre due triple ed un libero, trascina San Severo che prova a piazzare lo strappo decisivo (61-66 al 37'), infine due liberi di Rezzano chiudono il punteggio sul 65-71.
 
"Vittoria stupenda che fa salire l'entusiasmo di tutto l'ambiente - ha dichiarato a fine gara il presidente Amerigo Ciavarella - Voglio ringraziare i ragazzi che hanno conquistato meritatamente il risultato e mi complimento con coach Salvemini e il suo staff per come hanno saputo gestire una settimana difficile, con diversi infortuni che rischiavano di minare la preparazione della partita. Infine voglio dedicare questa vittoria al grande pubblico giallonero che anche oggi non ha fatto mancare il proprio indispensabile sostegno. Ci vediamo tutti domenica prossima a Campli...".
 
Queste invece le parole di coach Giorgio Salvemini a fine gara: "E' stata una vittoria corale in cui tutta la squadra si è sacrificata e non poco, perchè oltre a quanto detto sugli infortunati i ragazzi ci hanno messo l'anima e anche oltre: basti pensare a Ciribeni con tre punti di sutura allo zigomo e a Bottioni, che ha continuato a giocare nonostante si sia procurato una fastidiosa slogatura a partita in corso".
 
Una prova convincente e di carattere per San Severo che meritatamente si aggiudica questo delicato incontro. Ed ora... tutti a Campli!
 
Fonte: Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione dell'autore e della fonte: www.SANSEVEROSPORT.com

Commenta con Facebook